Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

giovedì 10 dicembre 2009

sclerosette: IV contenitore.

www.aism.it

1 commento:

  1. Ero sicuro sin da piccolo, che lasciandomi guidare dalla mia "vocina", prima o poi avrei avuto il privilegio di conoscere una GRANDE persona. Ed e' arrivata. Amelie'. Lei, la luce della mia vita la dolcezza senza confini la compagna di viaggio, la quale con eccelsa dignita' e guidata da una modestia senza pari vive questa sua si, nuova ma anche a tratti aspra stagione di vita, con una inusuale freschezza. Questa sua rinascita perche' di questo si parla, di rinascita, la corrobora, la far star male, e voi che leggete non sapete quanto, ma nel contempo la rinforza, come se traesse dalla malattia quello che la stessa le ha portato via, la serenita' di un futuro in sanita' fisica. Insomma lei e' quanto di meglio ho nella mia esistenza ed in quella, non per ultima, di Nina.
    Amelie' sta curando, e non parlo di medicinali, non solo lei ma soprattutto me, con il suo amore.
    Sei in me, ti amo Amelie'

    RispondiElimina