Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

venerdì 23 aprile 2010

La normalità nella diversità


Un bel buon giorno a tutti. Causa trasloco, ho abbandonato il mio blog per un po'. Tuttavia, ho avuto tempo di pensare tante e tante di quelle cose, che almeno qualcuna di queste, devo condividerla con voi. So della mia malattia dal 5 agosto 2008. Passato lo sgomento, la disperazione, la depressione...mi sono resa conto che ero malata e mi sentivo diversa.
D-I-V-E-R-S-A.
Un piccolo particolare, vista la gravità della situazione, ma mi mancava terribilmente l'essere, il sentirmi "normale". Oggi sono passati quasi due anni e molto è cambiato nella mia vita, ma ciò che ho piacere di condividere con voi oggi, è un concetto a dir poco banale: tutti siamo diversi e ognuno è diverso dall'altro. Oggi però io ho ritrovato la normalità nella mia diversità. E' una sensazione troppo bella. Vi auguro tanta felicità e tanta normalità.

1 commento:

  1. DILLO A MALGIOGLIO !!! AHAHAHAHAHAHA !!!!!!!! TVTB, PICCOLA AMELIE. EMINEM

    RispondiElimina