Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

venerdì 16 luglio 2010

Sclerosette!

Buon giorno Sclerosetti. Sono qui oggi per rivendicare la maternità di una parola: "sclerosette", è il neologismo inventato da me, Amélie. Una sclerosetta è "una donna affetta da Sclerosi Multipla"; potremmo dire anche "malata di Sclerosi Multipla", ma la differenza sostanziale è che una sclerosetta è affetta anche da un'incontenibile gioia di vivere. Per la par condicio, utilizzo anche la versione maschile del termine: sclerosetto.
Che cosa aggiungere? Di Sclerosette sentirete parlare!
P.S.: La parola "sclerosette" e' nata guardando le mie cagnoline, Nina e Amélie, che "invasate" per il gioco, avevo soprannominato "invasette". Vedi post del 4 dicembre 2009 intitolato "Sclerosette!".
Amélie

Nessun commento:

Posta un commento