Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

mercoledì 4 agosto 2010

Una riflessione per i pessimisti

Oggi leggevo ancora il libro di Robin Norwood, "Guarire coi perche'" e, a pagina 188, leggevo un curioso aneddoto che riporto qui di seguito:
"Conosco un gustoso aneddoto che parla di due ragazzini, uno ottimista e l'altro pessimista. Il pessimista viene condotto in una stanza colma di bellissimi giocattoli di ogni tipo, ma appena entrato si siede vicino all'uscio e fa il muso. Poco dopo lo fanno uscire e gli chiedono perche' li' dentro fosse cosi' infelice. "Perche' sapevo," risponde triste, "che se avessi scelto un giocattolo che mi piaceva, probabilmente si sarebbe rotto!"
Nel frattempo il piccolo ottimista, che e' stato condotto in una stanza piena di sterco di cavallo, si e' messo a scavare alacremente e intanto canticchia una ballata da cow-boy. Quando lo invitano a uscire, scuote il capo e continua a scavare. "Io lo so," esclama tutto eccitato, "con tutto questo sterco, da qualche parte deve esserci un pony!" Ecco, l'importante e' credere al pony, credere che ci sia sempre un dono nascosto la sotto la...chiaro, no?"
Mi ha colpito, un po' come la storia del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Il pessimismo non serve a niente, anzi guasta quello che gia' hai e ti impedisce di vederlo. E intacca anche chi sta intorno agli stessi pessimisti, con il risultato di un malcontento generale e diffuso. E su, basta col pessimismo!

2 commenti:

  1. DOLCE AMELIE! IL PERCORSO DI VITA DI OGNI ESSERE SU QUESTA TERRA E' GIA' STATO TRACCIATO. IL " DESTINO ", O + POETICAMENTE IL " FATO ", CI INVIA DEI PICCOLI SEGNALI: STA' A NOI SAPERLI INTERPRETARE E SCEGLIERLI. NON SI TRATTA DI ESSERE OTTIMISTI O PESSIMISTI, MA SEMPLICEMENTE DI VIVERE A PIENO OGNI MOMENTO DELLA NOSTRA VITA. QUELLO CHE OGGI PUO' SEMBRARE NEGATIVO POTREBBE TRAMUTARSI IN POSITIVO; QUELLA CHE CHIAMIAMO " SFORTUNA ", POTREBBE ESSER " FORTUNA " MASCHERATA. L'AVERTI CONOSCIUTA PER ME' E' UN DONO DI DIO, UNA " FORTUNA "! ECCO PERCHE' IL MIO EGO E' QUELLO DI UN OTTIMISTA: QUANDO MENO TE LO ASPETTI CAPITA UN EVENTO CHE TI SEGNA IN POSITIVO X SEMPRE!!! TVB PICCOLA AMELIE! EMINEM

    RispondiElimina
  2. Caro Eminem, la penso in parte, come te. Quella che inizialmente puo' sembrare una "sfortuna", si rivela poi invece, una grande fortuna. Tuttavia, quello che volevo sottolineare, era l'atteggiamento spesso sbagliato, che noi esseri umani abbiamo verso la vita e i suoi avvenimenti. Non conosci nessuno che vede tutto nero o e' sempre scontento? Io ho proposto questo aneddoto proprio per chi non vede mai il sole dietro le nuvole, augurandogli/le di cambiare atteggiamento verso la vita che e' cosi' bella. Sono innamorata della vita!
    Ti voglio bene
    A.

    RispondiElimina