Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

sabato 7 maggio 2011

Training autogeno mattuttino



...e son sveglia anche stasera...anzi, stamattina! E gira che ti rigira, mi alzo dal letto, prendo il computer e scrivo sul blog, giusto?! Non e' l'abitudine di un'insonne, si tratta soltanto della sfiga di essermi addormentata sul divano subito dopo cena...
Me le invento tutte pur di stare bene: cambio lavoro, cambio neurologo, inizio un corso di training autogeno, riprendo le sedute dall'osteopata, faccio la cura del sole, mi metto a dieta e vado in bicicletta. Ahhhh, che bella la vita! Che bella sensazione riappropriarsi di se stessi, dopo una vita spesa a cercare di capire gli altri e di non deluderli. Ma chissenefrega! Altri, andate a fanculo tutti, per voi non c'e' posto sul mio divano e nel mio cuore. Ma veniamo a noi. Accanto a me sul divano, dorme la dolce Amelie...e forse, non ho tutte queste cose da dire, ma mi piace rifugiarmi qui, in questo angolo virtuale di mondo in cui i miei pensieri cadono liberamente.
Tra una decina di giorni, dovro' fare una risonanza di controllo e se ci penso, gia' mi viene l'ansia, poiche' DETESTO entrare in quella specie di bara tonda...sono i 30 minuti piu' lunghi della giornata in cui mi sottopongo a questa tortura, con quel rumore assordante nelle orecchie. Mi sto preparando col training autogeno, non alla risonanza, ma alla vita. Ho bisogno di avere il controllo su me stessa e di rilassarmi senza farmi una canna, dal momento che non fumo. Sono attratta dal benessere psicofisico, anche se la costanza non e' il mio forte, bramo di vita e di felicita'.
Qualche settimana fa, ho digitato il numero di telefono del Professor Zamboni. L'avevo da tempo, ma per non so quale motivo, avevo il terrore d telefonare. Non so di cosa ho paura. Comunque, ho chiamato e mi ha risposto una bella segreteria telefonica, che mi ha spiegato che il Professore non puo' in alcun modo ricevere su appuntamento, ma bisogna prendere contatti con l'ospedale di Ferrara. Bene, lo faro'. Ma quanta fatica per star bene!

2 commenti: