Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

domenica 23 ottobre 2011

Le mele dell'AISM 2011


Ciao a tutti sclerosetti e non. Con molto ritardo pubblico questo post sulla vendita delle mele dell'AISM, del resto, non sono solo una scleroblogger nella vita! Cominiciamo dal principio. Finalmente sono stati fermati quest'impostori che chiedono denaro "per i malati di sclerosi multipla" e invece chissa' che caspita ci fanno. Grazie alle Iene! Vi ho postato il link del video qui di sopra, date un'occhiata. Ci tengo a dire che mio fratello ha dato loro i soldi una volta e poi li ha incontratati di nuovo, dopo aver saputo di nulla aver a che vedere con noi dell'AISM, ma soprattutto nulla a che vedere con chi ha la SM e si e' davvero imbufalito. NON AVRETE PIU' PACE. Se dopo questo servizio, ancora circolerete e cambierete nome un'altra volta (furbi ;)), nessuno vi dara' piu' credito e chiameremo il 117, ogni volta che vi incontreremo. Ringrazio il video delle Iene che ci ha reso un doppio servizio: smascherare loro e far pubblicita' a noi dell'AISM. Perche' signori abbiamo venduto tutte le mele, in tutta Roma!!!!! Sono finite tutte!!!!! GRAZIE!!! 


Questo qui sopra e' il banco che abbiamo allestito nella nostra postazione. Max, sclerosetto per scelta (essendo il mio fidanzato), ha scovato una super copertura ad un prezzo d'eccezione. Anche questo e' volontariato. Quella domenica tutti i volontari sono arrivati in ritardo, lasciandomi da sola fino alle 10.30 di mattina!!! Qualcuno non si e' addirittura presentato, ma qualche "volontario" per caso (persone che si trovavano li') mi ha aiutato lo stesso, facendomi semplicemente compagnia e controllando le mele. Non parlando poi dei miei familiari e degli amici, che hanno comprato un sacchetto di mele, sparso la voce, promosso la nostra causa come meglio hanno potuto...Grazie! Volontari...si nasce o si diventa? Il volontario si porta dietro umori, malumori, ritardi, gioie e dolori. La postazione AISM la fanno le persone, con tutte loro stesse. Non si finge qui, esce fuori quel che sei veramente. Se quel giorno hai la luna storta, te la porti pure in postazione e guasti l'umore agli altri, quindi, volontari di malumore, la prossima volta fateci il favore: 
Statevene a casa!!! 
Che non vi demoralizzi, qualche lamentela sugli imprevisti che ci stanno. E' sempre meraviglioso scendere in piazza e vendere mele, gardenie e chi piu' ne ha piu' ne metta, per la nostra giusta causa: 
un mondo libero dalla sclerosi multipla!

Nessun commento:

Posta un commento