Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

martedì 29 maggio 2012

Aloe arborescens



Bon soir! Stasera Max mi ha fatto vedere un e-book che parla dell'Aloe Arborescens e dei suoi incredibili benefici. Sapete che sono curiosa e che cerco cure alternative all'interferone, fingolimod e tysabri...e cercando cercando notizie sulla zeolite (un'altra sostanza di cui ancora non so granche'), Max si e' imbattuto in un sito che definiva questa pianta, "la pianta dei miracoli". Certo, come sempre una buona dose di osservazione critica e' necessaria, ma la curiosita' e' d'obbligo quando si tratta della nostra salute. Occhio e cuore aperti! Il pdf e' su: http://www.saluteinerba.com/files/aloe_ebook.pdf.
Qui di seguito ho copiato sul pdf qualche stralcio che ha colpito la mia attenzione, oltre al fatto che a pag. 8 trovate un elenco delle patologie per le quali ne e' consigliabile l'utilizzo, tra cui la SM. Ovviamente, non credo che guarisca miracolosamente la nostra patologia, ma magari puo' apportare numerosi benefici alla nostra salute!

La pianta dell’aloe è sempre stata conosciuta per le sue eccezionali qualità terapeutiche. Addirittura più di 4000 anni fa veniva utilizzata dai Sumeri che ci hanno lasciato preziose testimonianze scolpite sulle loro tavolette di argilla.
Attraverso i millenni, l’aloe ha continuato ad essere usata per scopi farmacologici, fino a quando, dagli anni ’30 del secolo scorso, hanno incominciato a farsi avanti anche delle ricerche scientifiche a supporto delle eccezionali proprietà curative di questa pianta. Uno dei casi più eclatanti del secolo scorso riguarda un’equipe di medici americani che constatarono la veloce ripresa in soggetti sopravvissuti ma colpiti dalle radiazioni di Hiroshima e Nagasaki che avevano le bruciature curate con aloe; i medici constatarono con stupore l’incredibile velocità del processo rigenerativo e della riduzione del dolore e delle cicatrici che sembravano incurabili.
Successivamente, altri ricercatori statunitensi hanno riconosciuto che l’aloe è “eccezionalmente curativa” nel trattamento delle bruciature da radiazioni, oltre ad avere proprietà antinevralgiche, antibiotiche e di stimolazione cellulare. L’Aloe Arborescens è industrialmente meno impiegata dell’Aloe Barbadensis (Aloe Vera) in quanto più costosa ma con proprietà di molto superiori a quest’ultima.
L’Aloe Arborescens è un ottimo rimedio che contribuisce al benessere dell’organismo anche in casi dove il Sistema Immunitario risulta fortemente indebolito dopo terapie invasive e prolungate con farmaci di sintesi.

Mi informero' anche sull'azienda che la produce, a colpo d'occhio mi hanno fatto una buona impressione (www.saluteinerba.com, info@saluteinerba.com).
Intanto buona notte e state belli. :)

5 commenti:

  1. Ho provato il prodotto di salute in erba , buono, purtroppo essendo affetta da neoplasia al colon retto quel frullato per me non era idoneo, certo costava relativamente poco. Successivamente parlando con il mio oncologo mi ha segnalato un variegato chiamato Aloe arborescens superiore prodotto da una ditta del torinese chiamata Ghignone. Confesso che ha costi molto alti circa 130 euro a bottiglia da un litro(io ne consumo 15 al mese) ma i risultati sono sbalorditivi in quanto non contiene l'aloina quel lassativo terribile per il mio cancro al colon, inoltre non ha miele e neppure grappa , inoltre è realizzato con Aloe arborescens più forte poichè arriva dal Brasile. Ringrazio Voi tutti per l'informazione sennò avrei fatto l'errore di utilizzare aloe vera che in caso di tumore non è per nulla efficace. Grazie di cuore

    RispondiElimina
  2. Carissima Wilma,

    sono molto contenta che tu stia meglio e spero tu possa gettarti alle spalle la tua esperienza con il cancro al colon.
    Sono sempre favorevole alle cure alternative, anche se, mi rammarico del fatto che costino un occhio della testa. Sono andata anche sul sito della ditta che mi hai segnalato e non trovo giusti i costi elevati del prodotto. Voglio dire, noi malati siamo disposti a spendere per star bene e superare la malattia, quindi a vievere (!!) e ho l'impressione che molti se ne approfittino. Piu' che altro mi chiedo perche'. Ma nel caso specifico mi informero' piu' accuratamente.
    Per il resto, se hai trovato delle informazioni utili sul mio blog, ne sono molto felice. Grazie a te!
    Aggiornami :)

    Giuliana

    RispondiElimina
  3. Cara Wilma,

    giustamente Max, il mio fidanzato, mi ha suggerito di segnalarti anche il blog di Valdo Vaccaro. Troverai informazioni utili, ed anche strabilianti, sulla dieta, che io sto seguendo da 4 mesi.

    http://valdovaccaro.blogspot.it/

    Un abbraccio

    Giuliana

    RispondiElimina
  4. Ciao Giuliana, hai provato la cura con l'aloe? Volevo chiederti se hai riscontrato benefici.
    Buona Domenica
    Alessandra

    RispondiElimina
  5. Ciao Alessandra,

    in realta' non l'ho mai provata, perche' sto seguendo un regime alimentare vegan-crudista e i benefici sono cosi' tanti, che mi sono messa in testa di guarire...se guardi il post "Saltare il muro" mi vedi pattinare felicemente senza alcun problema. Per i riferimenti su questa alimentazione visita il sito di Valdo Vaccaro.
    Per qualsiasi domanda o scoperta, non esitare a contattarmi!
    Buona domenica a te
    Giuliana

    RispondiElimina