Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

domenica 27 maggio 2012

Escursioni


Ciaooooo. Come state? E' cominciata la settimana dedicata alla sclerosi multipla, per cui  trovate tante notizie in rete e sui giornali, manifestazioni e iniziative in giro per le citta'. Occhi aperti!
Oggi per me e' pausa assoluta, dato che ieri e' stata giornata di escursione alla riserva di Monterano, vicino Roma.  http://www.monteranoriserva.it/. Il posto e' favoloso, totalmente immerso nella natura, si cammina in prati in cui cavalli bellissimi sono lasciati liberi a pascolare proprio come si vede nella foto qui di sopra...ci si imbatte in ipogei etruschi e anche in rovine di una chiesa berniniana, la chiesa di S. Bonaventura (vedi foto sopra. Una curiosita': e' qui che vennero girate alcune scene del film "Il Marchese del Grillo" con Alberto Sordi). Cammino tortuoso per chi e' disabile, ma credo non del tutto inaccessibile con l'aiuto di amici volenterosi e attrezzatura antisete a portata di mano. Se siete curiosi e un po' sprovveduti come me, scendete 1 km per vedere la piccola cascata e quel che resta della solfatara: vale la pena! Solo che spesso non faccio i conti con la fatica che e' in agguato dietro l'angolo! La risalita e' stata molto dura. La fatica e' cosi', almeno per me: un attimo sono scoppiettante di salute, un momento dopo sono K.O. e le gambe si muovono a fatica. Questo e' un tasto dolente per tutti noi! Intendiamoci: ci metto la firma a restare nelle condizioni di salute attuale, pero' spesso le forze mi abbandonano ed io ancora non ho imparato a dosarle. Questo argomento e' stato oggetto di discussioni tra me la neurologa e la mia omeopata del S.I.M.O.H. Vi ricordate il problema all'occhio della scorsa settimana? Era stato causato da uno scompenso termico troppo forte: Alle due del pomeriggio di un sabato di maggio caldo fuori dal comune, Max e io con tutte le canette al seguito, abbiamo fatto un'escursione sul monte di Subiaco fino a raggiungere i monasteri e il sacro speco...(visitate il sito dell'associazione che organizza queste escursioni e anche rafting sull'Aniene, ne vale la pena e i proprietari sono dei ragazzi davvero in gamba: http://viverelaniene.altervista.org/ ). 


La temperatura mi aveva arroventato la testa e Max aveva pensato di "spegnerla" con l'acqua fresca della bottiglia e della fontana. Il risultato e' stato quello sperato: ho avvertito la sensazione che il fuoco sulla mia testa si spegnesse e subito il fresco mi ha restituito la forza di completare l'escursione. In realta' lo sbalzo di temperatura ha causato uno spasmo oculare e le conseguenze che gia' conoscete. Risultato: la mia omeopata e la neurologa mi hanno cazziato e devo convenire che hanno ragione....mi hanno spiegato che, se non me ne fossi resa conto, sono affetta da una patologia seria, che si, non mi affligge quasi per niente nel fisico, ma con la quale non devo scherzare. Soprattutto: non posso scalare i boschi alle 14 del pomeriggio sotto il sole cocente! Devo fare una scelta: se mi voglio affaticare, almeno non con 30 gradi che puntano la mia testa. Ed io che volevo lanciarmi col paracadute, sfidarmi nel cammino di Santiago e molto altro....adesso e' l'occhio che devo curare con globuli e riposo, ma che belle le escursioni! Che favola sentirsi un tutt'uno con la natura, semplicemente into the wild e misurarsi con se stessi e le proprie forze...forse e' stupido e non ce n'e' bisogno, come dice la mia omeopata, ma quando riesco a portare a termine queste avventure, nonostante lo sforzo, sono doppiamente felice!
Buon riposo!


Nessun commento:

Posta un commento