Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

venerdì 9 novembre 2012

Ozonoterapia



Lo scorso agosto Amelie, la mia bassottina ha cominciato a camminare lentamente e ad urlare non appena qualcuno la sfiorava; non correva e non giocava piu'. Cosi' l'abbiamo portata dal veterinario che ha ipotizzato un'ernia, diagnosi quasi scontata per un bassotto della sua eta'. A quel punto il veterinario ortopedico ci ha consigliato una visita neurologica per stabilire con esattezza la diagnosi di Amelie e di portarla a digiuno, in modo da poterle fare delle analisi del sangue ed eventualmente altri accertamenti. Il lunedi' portiamo Amelie in clinica per le analisi, la neurologa veterinaria effettua la effettua e ci chiede di venire il giorno dopo, con il cane a stomaco vuoto, in modo da "farle le analisi, se sono buone addormentarla subito con l'anestesia, sottoporla ad una radiografia e gia' che ci siamo, operiamo subito!"....Mmm, siamo andati via un po' perplessi. Sapete che io non ho molta fiducia nei neurologi, ma anche Max non era convinto di questa fretta, questa mania di intervenire, di togliere il disco senza riampiazzarlo e senza assicurazione di salute per Amelie. Infatti, Max ha chiesto alla neurologa veterinaria che ne sarebbe stata della mobilita'  e dell'artrosi di Amelie, una volta tolto il disco. E lei aveva minimizzato, quasi sorpresa da una domanda piu' che legittima; del resto, chi cazzo se ne frega se una volta asportata ernia e disco, Amelie ha dolore e difficolta' a camminare! Sembrava un po' quella neurologa di merda nel penultimo centro che mi ha "seguito"; alle mie rimostranze nei confronti del Fingolimod, la pasticca "preventiva" per la sclerosi, spiegava serafica come fosse una commessa impegnata ad accennarti le scomodita' di un qualsiasi capo d'abbigliamento: "Soltanto il 3% dei pazienti che assume il Fingolimod muore entro sei ore dall'assunzione". E 'sti cazzi?! Piatelo te!!! Parentesi a parte, sono scioccata, sono stufa e nauseata, da questo atteggiamento anti-ippocratiano di questi medici. Non mi dilungo sul fatto che nella seconda clinica alla quale ci siamo rivolti, presentati, ci hanno catturato 750 euro per diagnosticare, ha seguito di analisi del sangue, risonanza e udite udite, prelievo del liquor, la famosa ernia. Stronza io che sono voluta andare e fare tutto cio' che era possibile per comprendere cosa avesse Amelie. Stronza pure questa neurologa (sara' la categoria) che, come al solito, ha usato la strategia del terrore. E attenzione: in entrambe le cliniche ben quattro veterinari mi avevano confermato che Amelie avrebbe dovuto essere operata subito per non andare incontro a una paralisi certa! Ma non e' stato questo a farla guarire, bensi' la terapia in acqua con le bolle di ozono, consigliata dal nostro "Stregone" e fortemente voluta da Max. Se avessi dato loro retta avremmo risparmiato tempo, denaro e la salute di Amelia. Comunque, Max ha cominciato ad applicare la terapia due volte al giorno per 15 minuti. Basta avere una bombola di ossigeno (si reperisce in farmacia con ricetta medica, in SSN, al costo del solo deposito della bombola), una vasca da bagno o un catino in cui il cane possa essere immerso fino al collo e tanta tanta pazienza. E amore. Si immerge il cane, si apre la bombola, si passa il tubicino con le bolle sulla parte lesa (in questo caso tutta la schiena) e il gioco e' fatto. Amelie ha cominciato a camminare bene dopo dieci giorni, poi a saltare, a fare le scale, a ruzzolarsi con la figlia come un gatto e a correre. Morale della favola: non vi fermate ad ascoltare il primo parere medico e neanche il secondo, perche' spesso purtroppo la soluzione fornita non sara' quella giusta. Informiamoci, cerchiamo e fidiamoci del nostro intuito: in fondo in fondo sappiamo cosa e' giusto fare. E dite a tutti della terapia di ozono con le bolle! So che fa bene anche per la SM perche' favorisce la rinascita delle cellule, ma io non l'ho ancora provata! Vi faro' sapere...

Nessun commento:

Posta un commento