Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

sabato 19 gennaio 2013

Marco Voleri uno di noi

Ciao a tutti! Oggi dopo le lezioni sono andata a trovare i miei. Mio padre, sul suo scintillante ipod o ipad o tablet o come si chiama, mi ha fatto leggere un articolo su questo ragazzo nella foto che, maldestramente, non conoscevo. Si tratta del 38enne livornese Marco Voleri, un tenore di fama internazionale, vincitore di premi e quindi, uomo di successo, che ha deciso di raccontare al mondo la sua esperienza con la sclerosi multipla. Ebbene si, quest'uomo e' uno di noi!! Mi ha colpito molto il fatto che abbia scelto di non parlarne ad anima viva nel suo ambiente di lavoro, neanche alla sua agente, fintanto che non si e' affermato; per non avere sconti, falsi pietismi e tutto quello che noi sappiamo bene. Ma giustamente oggi Marco ha dimostrato di eccellere nel suo campo e ha deciso di raccontare la sua storia nel libro "Sintomi di felicita'. La mia passione per il canto contro la malattia" di Sperling&Kupfer. Che ve lo dico a fa'?! Bisogna leggerlo, fosse soltanto per conoscere un altro di noi che ce l'ha fatta, nonostante la malattia. E non perche' e' famoso, ma perche' ha inseguito i suoi sogni. Caro Marco, ho deciso da tempo di seguire la tua stessa strada: affermarmi nella mia professione e poi ZAC! dire a tutti che ho la SM, felicemente e serenamente!
YES, WE CAN!
Se volete saperne di piu' su questo tenore nostrano, visitate il suo sito: www.marcovoleri.it.


6 commenti:

  1. Ciao Giuliana, ti voglio ringraziare per il bellissimo post. Si può, certamente! a presto,

    Marco Voleri

    RispondiElimina
  2. Marco! Sono senza parole per l'emozione di avere un TUO commento qui: grazie mille. Ma soprattutto ti ringrazio perche' con il tuo esempio infondi fiducia: possiamo credere che i sogni si realizzano anche se convivi con una patologia diffcile. E grazie perche' dai al mondo un'immagine di noi malati, diversa dallo stereotipo classico che ci vuole tristi e infelici. MALATO NON FA RIMA CON SFIGATO E NOI POSSIAMO!!!
    Ciao
    Giuliana

    RispondiElimina
  3. Ciao Ettore,

    grazie per il sostegno: fa piu' piacere di quanto immagini! E spero di vederti spesso da queste parti :).
    A presto
    Giuliana

    RispondiElimina
  4. Ciao Giuliana, come stai? Ti segnalo che il 4 maggio sarò a presentare il libro a Roma. Non ho trovato la tua mail, se me la mandi di giro i dettagli. A presto info@marcovoleri.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco, tutto ok. E tu come stai?
      Mi fa molto piacere di assistere alla presentazione del tuo libro, anzi: non vedo l'ora! La mail del blog e' sclerosette@gmail.com; comunque ti scrivo al piu' presto.
      Ciao ;)
      Giuliana

      Elimina