Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

venerdì 31 luglio 2015

Politicamente scorretta

Qualche giorno fa ho sentito il mio ex per sapere come stava e mi racconta che nel suo negozio è venuta una dei miei ex amici. Vi ricordate, no? http://sclerosette.blogspot.it/2011/10/ciao.html
Stasera non sono in vena di essere "superiore" e ho proprio voglia di rovesciare un sacco di merda addosso a questa demente. Posto che, le parole riportate vanno sempre divise per quattro e ridimensionate, anche se te le riferisce l'osservatore più onesto, io avrei voglia di cacare in testa a questa imbecille, secondo la quale "lei non ha alcun problema con me", però sono anni che non mi chiama, dopo vent'anni di "amicizia", visti i "fraintendimenti piccoli che sono diventati grandi". E poi, sarebbe stata una mia scelta il non vedersi più. Ahahahahahah. Quanto rido. Secondo il mio ex, sembrava come se lei non avesse capito perché non ci sentiamo più. Quante cazzate devo sentire! Questa è la stessa gente che è andata al funerale di Valentina. http://sclerosette.blogspot.it/2014_05_01_archive.html
Perché io una cosa l'ho capita: è più facile andare al funerale di una persona e piangerla un'ora, due, un giorno, due giorni, che stare vicino ad una persona "malata" che però esiste, che c'è, soffre e magari non è più allegra come prima. È brutto a dirsi...ma il funerale dura poco e il defunto se ne va. E anche un demente, privo di sentimenti e buone intenzioni, ha la capacità di andarci, mentre una malattia può durare anni o tutta la vita. Per accettarla, occorre tanto tempo. Mette a dura prova chi ce l'ha, figuriamoci chi sta accanto. Uscire con un'amica malata? Che palle! Non se ne parla! Però le cazzate risparmiatecele. State zitti.
Io ti auguro, cara amica, che ti rincorra il tuo fantasma più nero, quello che non vuoi scoperchiare e ti sotterri nella tua mediocrità nella quale sei già immersa senza accorgertene. I saluti, non mandarmeli, perché ci caco sopra. Vai a piangere ai funerali di quelli di noi che non ce la fanno, perché è l'unico sforzo che a malapena ti riesce. Io ci sto, sono viva, in salute e in forza, GRAZIE A ME e di quelli come te non ho bisogno. Fuck!

http://virginiamori.tumblr.com/tagged/illustration


4 commenti:

  1. ma come dici sempre di essere tanto felice e ancora hai tutto questo astio ? perplesso!!!!

    RispondiElimina
  2. E tu, "anonimo", come mai non ti firmi?! Paura di dire chi sei veramente?! Scontato.

    RispondiElimina
  3. non pensavo ci fosse l'obbligo di firmare, pensavo fosse un blog libero.....cmq no problem !!!! forse ho sbagliato a scrivere ma sono una femminuccia :) Claudia Regoli. Scusami

    RispondiElimina
  4. Non c'è, ma a volte fa la differenza, Claudia.

    RispondiElimina