Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

sabato 28 novembre 2015

Il cerchio magico delle emozioni


Ciao a tutti. Ho appena risposto ad una mail in stile Molly Bloom nell'Ulisse di Joyce che mi ha toccato scrivendomi di "avere avuto un tuffo al cuore leggendo il blog". E io cosa posso dirvi? Soltanto grazie per le email e i messaggi che mi mandate, perché vuol dire che almeno questo blog non è servito e non è utile soltanto a me. E vi pare poco?!
Vorrei parlarvi di una bellissima esperienza terminata un paio di settimane fa: il Master in PNL (avevo già seguito il Practitioner) e ho avuto modo di scoprire un mondo affascinante che non serve soltanto a manipolare le persone per vendere loro qualcosa che non vorrebbero comprare. Come tutti gli strumenti utili, può essere usato per scopi meno nobili e, soprattutto, in modi non integerrimi, ma questo ha a che fare con le nostre scelte personali, non con lo strumento in se stesso. Personalmente, lo userò per conoscere meglio me stessa ed aiutare chi ho intorno: alunni, amici, parenti (selezionati), gli stronzi chi se li caga. 
Alla fine del corso, faticoso tra l'altro, ci siamo salutati in un modo particolare, diverso, empatico: con il cerchio magico delle emozioni (il mio personale nome di battesimo è questo!). Ognuno di noi doveva scrivere su un foglietto la qualità che aveva riscontrato in ognuno dei partecipanti (apponendovi ovviamente anche il nome della persona con tale caratteristica e il proprio). Poi ci siamo disposti in cerchio tenendoci per mano e, a turno, ognuno di noi, si metteva nel centro e distribuiva a ciascuno di noi la sua qualità. Ognuno di noi la leggeva e, uno alla volta, senza staccarci dal grande "abbraccio", diceva alla persona al centro la qualità che quella stessa persona ci aveva attribuito. Terminando, in ultimo, tutti insieme, attorno alla persona al centro, accarezzandola o semplicemente tenendola per mano, continuando ognuno a ricordargli/le la qualità ricevuta. Baci e abbracci, molta empatia, commozione. Molto bello. Ormai possiamo dire con empatica certezza che quando critichi una persona così come quando la elogi, stai vedendo in quella persona un tuo difetto od un tuo pregio. Allora, le mie qualità le avevo tenute da conto nella tasca dei miei jeans che ho prontamente lavato in lavatrice...vediamo poi se le ricordo. Per prima cosa vorrei ricordare queste belle persone che ho conosciuto e i loro (miei) pregi. Se non sono esattamente quelli che ho loro attribuito alla fine del Master, glieli ho riconosciuti certamente strada facendo:

Laura, la resilienza;
Mara, l'indipendenza e la forza;

Alessandra, la dolcezza (e la forza);

Nadia, la materialità;

Livio, la capacità di accudimento;
Marco, la dolcezza; 
Vittorio, la simpatia (ma direi la tenerezza tutta la vita); 
Lulu, l'energia e la solarità; 
Daniela, l'organizzazione e l'onestà; 
Lucia, l'accoglienza;              
                                                          Gianmarco, il sorriso;
Roberto; la calma; 
Tonino, la semplicità; 
Daniela, la forza e l'indipendenza; 
Bruno, la simpatia e molto di più (non ricordo!); 
Teresa, l'energia e direi anche la curiosità (non sono sicura...). 
Le qualità della dolce Alessandra:).

Quando è stato il mio turno al centro, mi hanno accolto tutti, facendo un mio gesto ormai tipico:


Le qualità che mi avete attribuito sono: il sorriso, la dolcezza (più volte:)), la coerenza (chissà come?), gli stimoli interessanti, l'onestà, la simpatia, la cultura e poi daje tutta, non mi ricordo e non ha importanza. Ciò che conta è che le emozioni non sono cose da bambini, i quali sono maestri a riconoscerle e ad insegnarcele, e questo cerchio magico delle emozioni me lo porterò nel cuore. 
Questo post sul blog è per voi, Master Nelper e Team, con tanta peace and love e anche un po' di swish nel brush. State belli e non fatevi sedurre dall'inglese facile;).
Giuliana

Nessun commento:

Posta un commento