Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto: medico, se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

lunedì 10 ottobre 2016

People must mangiare...

...e Giuliana must dormire. Aridaje! Aristo' quaaa perché non dormo, sarà perché mangio troppa cioccolata o per le preoccupazioni che mi affliggono. Come si fa a dormire? Datemi una botta in testa, vi prego! Passo un momento di profonda incertezza personale: io credo in me, ma gli altri no. Ho tanti progetti lavorativi in ballo, verranno, cominceranno...ma quanta fatica. Vorrei fare l'escort. Almeno lavorerei un paio d'ore al giorno e guadagnerei tanto oppure vorrei essere una donna che altro non desidera sposarsi, farsi mantenere dal marito, accudirlo e pensare a casa e figli (vita grama, semplice, fatta di tanti si detti a lui ma un futuro assicurato). No, invece dovevo diventare femminista e in costante cerca di indipendenza. Non sia mai. Una tedesca a Roma.
Comunque, parliamo di cose serie, poiché dopo due giorni di imperiale afflizione (sembra che alle femministe, i figli non vengano), mi imbatto in blog molto belli e in un post particolarmente interessante sugli additivi alimentari che vi giro qui sotto: http://mondos-porco.blogspot.it/2015/05/come-le-multinazionali-dei-veleni.html. Adesso, vorrei veramente fare una riflessione seria in base al titolo del post People must mangiare, una frase che mi ha detto una volta il mio omeopata, il Dottor Castrichino e che era solito dire suo padre solitamente prima di conoscere l'esistenza e le magie del digiuno proprio grazie a suo figlio. Parlo spesso di additivi, il cibo bio, la mia scelta vegetale, i cibi crudi no al ristorante, il caffé no che m'inquina e il vino menché mai perché ci sono i solfiti, ma io tutti i giorni in certi ho orari, ho fame e devo mangiare! Come si sposano tutte queste scelte salutiste o di campo o chiamatele come vi pare con la mia fame nella pancia? Una merda! Perché se ho fame all'improvviso e cerco una merenda o voglio andare a mangiare fuori, fatico molto e costa tutto un sacco di piú! Mi spiegate per quale motivo il cibo vegetale è più costoso? Perché un cappuccino normale con latte vaccino e caffè costa circa un euro mentre lo stesso prodotto a base di latte di avena e orzo costa almeno il doppio? Perché l'avena costa di piú? L'operazione del barista è la stessa! Eppure sono anche contenta di trovare un bar dove posso berlo e glielo pago anche volentieri! Poi, oggi depressione, Max mi porta fuori a pranzo...andiamo da OPS: cucina vegana, tante pietanze anche senza soia (perché noi, si, non la mangiamo), un buffet che mi fa brillare gli occhi, finalmente potrei virtualmente mangiare tutto e senza accontentarmi. Mi servo da sola le pietanze che mi piacciono e me le porto al tavolo: una bottiglia d'acqua del rubinetto, due piatti da 750 e 500 gr secondo la bilancia (qui si paga 2,60 euro l'etto) e voilà, un conto di 33 euro! Perché vegano fa rima con te lascio 'na mano?!!! Le verdure costano meno de 'na fettina, della sogliola o del cotechino!!!! Sembra come se mangiare vegetale sia un vezzo, un qualcosa di costoso, accessibile ai pochi. Ops, ritornerò, però prima mangio un po' a casa. Oppure, come sempre, vado in una pizzeria qualunque, possibilmente buona, e ordino una pizza marinara...5,50 euro, due risate e sono felice. Vegano non fa rima con te tajo una mano!!!


Nessun commento:

Posta un commento