Fa' che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo. E soprattutto medico: se magni, fumi e bevi come un cesso rotto e sei il ritratto dell'insalubrità e dell'infelicità, non mi venire a parlare di salute!!!
Ippocrate (la prima parte;))

domenica 13 maggio 2018

Chiusa una porta...

Ciao a tutti, sclerosette e sclerosette di tutto il mondo e non. Auguri a tutte le mamme. Quanto tempo ho aspettato per tornare qui: del resto, un restauro emotivo, ne richiede senza date di scadenza ed io mi sentivo come bloccata, imbavagliata e con le mani legate rispetto al mio blog. Essere sinceri avrebbe comportato la sofferenza di una persona e non è nelle mie corde. Anche io sentivo la necessità di un restauro emotivo: i pensieri sono stati molti, le azioni concitate e la nuova vita mi ha catapultato nella realtà che ho a lungo ho desiderato. Del resto, mi ero affidata al mio mentore del cuore, Albert Einstein, e lui non mi ha deluso. Mi aveva detto di connettermi sulla frequenza che io desideravo. E così ho fatto. Le parole giuste potrei non trovarle.


A novembre scorso Max ed io ci siamo lasciati dopo nove anni. Sono tornata a casa mia con le bassotte e ho ricominciato da capo, dopo aver impacchettato tutte le mie cose da sola. Il passo più difficile è stato accettare che la nostra storia fosse finita. Visto quello che avevamo passato insieme, pensavo che sarebbe durata per sempre. Avevo paura di cambiare, di stare sola, ma quando ho preso coraggio e mi sono buttata, ho ricevuto quello che desideravo:). 
Potrei spendere tante parole a ricordare i momenti felici, l'aiuto che mi ha dato nel momento più brutto della mia vita, ma anche le motivazioni che mi hanno portato ad andar via, ma preferisco fermarmi qui. 



“Con il tempo, impari la sottile differenza che c’è tra prendere qualcuno per mano e incatenare un’anima”.

(Jorge Luis Borges)






Nessun commento:

Posta un commento